Iniziare CrossFit mia esperienza principiante

Iniziare CrossFit: la mia esperienza di principiante

Una mia cara amica ha aperto un box di CrossFit ( nel CrossFit si dice “box”, non si dice “apro una palestra” … attenzione!) e grazie a lei mi sto addentrando in questo mondo a me sconosciuto, tanto da invogliarmi ad iniziare CrossFit ed imparare questa nuova disciplina, di cui lei canta le lodi già da molti anni.

Io frequentavo la classica palestra molti anni fa, ma ben presto me ne sono stancata, stufa di fare i soliti esercizi coi pesi e stanca anche dei classici corsi di aerobica, power questo e power quello.
Ad oggi mi diletto nello Yoga e pratico un po’ di corsa e camminata veloce ed è solo da quest’anno che ho deciso di applicarmi un po’ di più nello sport, anche perché, raggiunta la soglia dei “quaranta”, bisogna correre ai ripari!

La mia amica Lisa è sempre stata una sportiva DOC e, rapita dal suo entusiasmo per il CrossFit, che pare che una volta provato diventi una malattia, ho deciso di iniziare.

crossfit principianti

Cos’è il CrossFit

Ecco la visione che avevo io del CrossFit: omacci muscolosi e sporchi che spostano enormi gomme di camion. Diciamo che la realtà non si scosta molto da questo, ma vedere così questa disciplina è un pochettino riduttivo. Ma che cos’è il CrossFit?

Il Crossfit è una attività di fitness che unisce movimenti atletici, spostamento di pesi, ma anche corsa, ritmo, agonismo.
I crossfitters si allenano davanti ad un timer ed a una lavagna, parlano tra loro di “wod”, “rep”, “workout” e ti dirò che quando li senti parlare, da principiante non ci capirai assolutamente nulla.

Io mi sto addentrando gradualmente in questa giungla di espressioni particolari e sto cercando di uscirne indenne dopo il primo allenamento di oggi.

Infatti oggi è stata la mia prima volta da crossfitter, ed il mio è stato più sgomento che allenamento!
Abituata alla sala di Yoga, dove entro e mi rilasso, le cose nel CrossFit si svolgono in modo alquanto diverso.

cos e il CrossFit

Iniziare CrossFit: il primo impatto

Il mio primo impatto è stato a fianco di due donne già avvezze a questa attività, ed infatti il loro bicipite è pari all’ampiezza del mio quadricipite, ma non importa, non mi sono fatta scoraggiare.

Grazie alle spiegazioni della mia amica sono riuscita a fare un piccolo allenamento (dato che non ho idea di come funziona il CrossFit), fatto un po’ a modo mio, perché dopo un paio di piegamenti e ripetizioni (che ovviamente hanno il loro nome tecnico rigorosamente in inglese, ma non chiedetemi quale, perché non lo ricordo!) avevo già dolore alle gambe!

Alla faccia dell’allenamento che credevo di avere grazie alla corsa! In questo momento fatico ad alzarmi dalla sedia (grazie Lisa, amica mia)!

iniziare crossfit a 40 anni

In pratica, come funziona l’allenamento nel CrossFit? La sequenza di allenamento viene scritta alla lavagna, c’è un riscaldamento, che può comprendere anche corsa e saltelli vari, e poi ci si carica pesi e bilancieri in modo da fare le ripetizioni, con qualche pausa in mezzo. Detta così suona molto semplice, ma voi credete che io mi ricordi tutti i termini tecnici utilizzati per descrivere tutto ciò? Ecco… no 🙂 Detto in inglese suona tutto molto più figo!

Si fa partire il timer, e lì io mi sono bloccata perché ero troppo impegnata a guardare queste due donne che sudavano e sbuffavano alzando 80 chili di bilanciere, alternando dei tremendi saltelli da terra fino al cielo, che la mia amica non mi ha voluto risparmiare.
E lì ho capito che le donne, nel CrossFit, probabilmente sono più tremende degli uomini.

La mia espressione ricorrente durante questa oretta di allenamento è stata: “Ma voi siete pazze“. E la mia amica che se la rideva.
Io invece volevo piangere, perché guardavo il loro sedere, e poi sentivo il mio…chiamato “mollezza”, che piangeva pure lui.

Comunque mi sono fatta coraggio di nuovo e sono riuscita a fare e rifare questi esercizi, anche utilizzando degli anelli a cui mi hanno appesa (mi sentivo un po’ un canarino ma ho tenuto duro), e nella mia “principiaggine” estrema ho cercato più che altro di imparare i movimenti corretti, osservando sempre con la coda dell’occhio queste donne forzute che di fianco a me alzavano e ri-alzavano 80 chili con agilità.

Alla fine devo dire che erano stanchine pure loro (la mia amica è veramente una sadica), al che abbiamo fatto un po’ di stretching e poi io mi sono trascinata nello spogliatoio, lasciando loro a confrontarsi sulle varie tecniche di allenamento.

Quando sono uscita dallo spogliatoio stavano di nuovo parlando una lingua a me sconosciuta, citando rinomati crossfitter, che, a detta loro “ti distruggono”, parlando di fusti pieni di non so cosa da alzare, di pesi da tonnellate da girare, e di quanto questa attività abbia fatto bene alla loro psiche 😀

Iniziare a fare CrossFit ho capito che è una avventura vera e propria in un mondo nuovo, sicuramente continuerò e insisterò in questa mia nuova follia, soprattutto trascinata, ve lo assicuro, dai sederi femminili che vedo passare, perché sembrano scolpiti nella pietra 🙂
Anch’io a 40 anni voglio un fondo schiena così!
E sono anche curiosa di vedere se i crossfitter maschi meriteranno anche loro la mia presenza in questo nuovo mondo 🙂

Mi sono poi trattenuta al box della mia amica fino a sera ed ho scoperto un’altra cosa interessante sul Crossfit: i crossfitter amano mangiare, gozzovigliare e stare assieme! Infatti il box di Crossfit non è la classica palestra in cui entri, non conosci nessuno, fai il tuo allenamento e te ne vai, ma nel box di CrossFit ci si conosce tutti, si fa amicizia, si fanno le cene assieme proprio nel box, e…la birra piace 😀

Vi terrò aggiornati sicuramente sui miei progressi, e se avete domande scrivetele pure nei commenti, dato che sono sicura che tra un po’ di settimane vi saprò dire con esattezza che cos’è il CrossFit e come iniziare a 40 anni, appena mi saranno passati questi dolori! E passate sul sito del box della mia amica, che è www.crossfiwelift.com

Iniziare CrossFit: la mia esperienza di principiante
4.7 (94.55%) 11 votes
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.