Quale tema WordPress ti consiglio (senza farti perdere tempo nella scelta)

Scegliere un tema WordPress performante e veloce può essere il fattore che cambia totalmente il successo del tuo blog.

Spesso i Web Designer vengono sviati dagli effetti grafici presenti nel tema, dal modo in cui sono presentati, senza considerare poi che una volta montato il tema nel proprio sito, questo si può rivelare un collo di bottiglia per la velocità del tuo sito.

Inoltre molti temi sono difficili da personalizzare, si corre il rischio di diventare matti per configurarli, senza raggiungere il risultato presentato nella demo del tema WordPress.

Ma partiamo dal principio…

Cos’è e a cosa serve un tema WordPress

La piattaforma WordPress viene installata sul tuo dominio con un tema predefinito, con funzionalità di base. Attualmente siamo all’edizione “Twnty Sixteen” ed è a tutti gli effetti un dignitosissimo tema WordPress adatto a gestire un blog.

Tutta via, per aggiungere funzionalità al nostro sito, per trasformarlo in un sito che non sia solo blog, e per dargli una veste grafica più accattivante e personalizzata, probabilmente vorremmo installare un tema grafico diverso.

Il tema non è altro che una serie di file e di css che verranno caricati nell’hosting della nostra installazione WordPress, nella apposita cartella di WordPRess wp-content > themes.

Inutile ribadire che la scelta dell’Hosting è fondamentale, alcuni hosting non hanno nemmeno i requisiti minimi adatti per supportare tutte le funzioni di alcuni temi, e se scegliamo male, potremmo andare incontro a problemi come errori 500, pagine bianche, o tempi di caricamento biblici. Leggi qui cosa ti consiglio per la scelta dell’Hosting WordPress.

Tornando alla scelta del template grafico per WordPress, a causa della semplicità di installazione e di configurazione di alcuni temi, i Web Designer spesso si sbizzarriscono nella scelta del tema più bello, o con gli effetti più spettacolari, trovandosi poi impantanati in temi che rendono lento il sito, oppure in temi che necessitano una infinità di Plugin per le funzionalità più importanti.

Che caratteristiche deve avere un buon tema WordPress?

Prima di dirti quali temi uso io più spesso per i miei siti, ti voglio spiegare quali sono le caratteristiche necessarie affinché un tema possa dirsi un buon tema per WordPress.

L’obiettivo finale e principale del tuo sito WordPress dovrà essere raccogliere visite e trasformare i tuoi lettori in tuoi clienti.  Sbaglio?

Ricordati che non sempre ciò che è “bello” per te significa che sia qualcosa che funziona sul web, per cui leggi attentamente i miei consigli.

Un buon tema WordPress deve essere essenzialmente:

  • ottimizzato a livello SEO
  • veloce
  • facilmente personalizzabile

Non nomino neanche la caratteristiche di essere responsive, cioè adattabile alla visualizzazione su dispositivi mobile, che ormai deve essere una caratteristica onnipresente.

Tema WordPress ottimizzato al livello SEO

Molti temi WordPress non vengono dotati di codice ottimizzato a livello SEO, e questo rende più difficile l’indicizzazione del tuo sito nei motori di ricerca.
Sono d’accordo che esiste poi il plugin Yoast SEO, che integra numerose funzionalità utili per la SEO, ma partire da un tema già ben impostato è una bella partenza.

Il miglior tema che ho provato a tal proposito è Schema, di cui vi parlerò in questo articolo, più giù.

Essere ottimizzato a livello SEO, significa ad esempio includere i Rich snippets (parti di codice che Google legge), le Breadcrumbs o briciole di pane, avere una ottima struttura di Permalink.

Ecco, Schema contiene tutte queste caratteristiche, oltre ad essere super veloce.

Tema WordPress veloce

Troppo spesso i temi WordPress “premium” non badano all’utilizzo di risorse da parte del server che li ospita. Questo significa che avranno dei bellissimi effetti grafici e grandi possibilità di personalizzazione, ma saranno lentissimi.

E parlo di lentezza sia a livello di modifica, sia a livello di visualizzazione da parte dell’utente finale, transformandosi in un disastro per l’indicizzazione e per la pazienza dei visitatori del nostro sito.

Infatti anche la velocità di caricamento di una pagina web concorre alla valutazione che ne fa Google, per posizionare il nostro sito nella pagina dei risultati di ricerca. Sito lento = più difficioltà ad apparire nei primi risultati di Google.

Uniamo a questo il fatto che ormai il web è visto principalmente da mobile, ed una pagina che è lenta a caricarsi nello smartphone significa perdita sicura del visitatore, che sicuramente non sta li ad aspettare il caricamento della tua pagina.

Devo dire che è difficile trovare temi WordPpress professionali veloci.
Su ThemeForest, che è il più famoso marketplace di temi WordPress, plugin e risorse create da sviluppatori selezionati, spesso si trovano bellissimi temi, ma lenti da morire, o complicati da configurare.

Può capitare che tu impieghi una settimana a configurare e capire come funziona il tema per cui hai speso 50€, per poi renderti conto che il server non può sostenerlo, che spesso ti da errore, oppure che ti servono 20 plugin in più per le più elementari funzionalità.

Se ti serve un tema per fare un blog, lascia stare i temi premium, utilizza Schema.

Se vuoi un tema che offra un buon compromesso tra funzionalità e prestazioni, continua a leggere questo articolo.

Naturalmente parto dal presupposto che per sostenere un tema premium, tu scelga un Hosting performante, come ad esempio Sitegroung.

Tema WordPress facilmente personalizzabile

Mi capita spesso di creare siti web per clienti che poi vogliono gestirsi il sito da soli, WordPress è stato creato apposta per essere facilmente utilizzabile da tutti.

Alcuni temi, anche se non si conosce HTML e CSS (premesso che riterrei auspicabile una minima conoscenza di base di questi linguaggi per gestire un sito da soli, senza affidarsi ad un professionista), consentono di creare pagine web veramente accattivanti. Consentono di dividere il testo in colonne, di aggiungere tabs, bottoni grafici, slider di foto, il tutto naturalmente resposive.

Per fare questo alcuni temi hanno un builder integrato, che consente, tramite il trascinamento di alcuni elementi nell’editor di WordPress, di creare grafiche piacevoli e poi di modificarle con facilità.

Questa è l’immagine del layout builder di un tema che uso spesso, si tratta di Enfold:

Builder del tema Enfold

Come vedi è ricco di elementi che si possono trascinare nell’editor di pagine ed articoli, creando titoli accattivanti, bottoni grafici, griglie di portfolio, e molto altro.

Uso Enfold anche per creare Landing page, non occorre altro a livello grafico.

Questo invece è il Layout builder di Avada, altro tema premium che consiglio vivamente:

Screen Shot 03-09-16 at 03.44 PM

Quando inizierai ad usare questi builder, che consentono un vero risparmio di tempo, ottenendo buoni risultati, non potrei più farne a meno.

Ripeto comunque che per evitare che l’admin di WordPress sia lentissimo in salvataggio e modifica, è bene che questi temi premium risiedano su Hosting performanti.

Quale tema WordPress ti consiglio

Ed eccoci alle conclusioni: quali temi WordPress utilizzo più frequentemente, perché li ho trovati veloci, SEO friendly e facilmente personalizzabili.

Schema di MyThemeShop

Come dicevo più su in questo articolo, il tema Schema è il più veloce ed ottimizzato SEO che ho provato.

E’ adatto a blog puri e semplici, fa il suo dovere egregiamente, e ti stupirai della sua velocità.

Schema theme preview

Contiene tutte le funzionalità base, come Headings, breadcrums, sidebar, widget, ma il bello di questo tema è la presenza del codice già integrato per i Rich snippets, molto gradito a Google.

Inoltre ha integrato un sistema per gestire le review dei post, che consente l’apparizione, nei risultati di ricerca, delle stelline sotto al nostro post. E’ una aspetto molto importante per distinguerci all’interno dei risultati di ricerca.

Rich snippet support of Schema

Integra inoltre numerosi shortcodes, che ti consentono interventi sulle pagine a livello di grafica e impaginazione, alcuni Widget personalizzati per i post correlati, la gestione delle condivisioni con i Social Media (senza installare un ulteriore plugin).

Non contiene layout builder, layerslider o altri shortcodes avanzati, però per un blog va più che bene, anzi è ottimo perché veloce e scritto bene.

>> Trovi qui il tema Schema

Enfold

Enfold è il tema premium con qui è fatto questo sito che stai leggendo.

Lo uso ormai da parecchio tempo, sia così com’è, personalizzandolo con il suo layout builder, sia personalizzandolo con un tema child.

Con esso si possono creare anche landing page, ha un template di pagina in cui si possono escludere header e footer e lasciare solo i contenuti interni.

Le possibilità di personalizzazione sono praticamente infinite, inoltre integra anche Layerslider, per creare presentazioni animate o intere pagine con slider di immagini e scritte veramente molto accattivanti.

Contiene anche il modulo per creare il portfolio, come ho fatto su questo sito.

Screen Shot 03-09-16 at 04.15 PM

E’ un tema che apprezzo molto, contiene numerose Demo da importare, per riprodurre i layout che propone da esempio, contiene pagine pronte per Woocomerce, è ottimizzato per il plugin di traduzioni WPML, ti consente di creare widget personalizzati, oltre a quelli che mette già a disposizione, e sidebar personalizzate.

La sua interfaccia di personalizzazione ti consente di personalizzare colori, font, layout di tutto il sito:

Screen Shot 03-09-16 at 04.18 PM

Il suo codice è ottimizzato SEO, ha già integrate le breadcrumbs e gli elementi principali per una indicizzazione ottimale.

>> Trovi qui il tema Enfold

Avada

Avada è un altro tema premium che ho iniziato ad apprezzare. L’ho provato perché risultava il più scaricato da ThemeForest, ed effettivamente ho scoperto il motivo.

Anche con questo tema, le personalizzazioni e le varianti grafiche sono pressocché infinite.

Il suo fusion builder consente di trascinare gli elementi come colonne, bottoni, slider, immagini, direttamente nell’editor di WordPress, consentendo di creare facilmente e velocemente pagina accattivanti ed anche landing page complete e performanti.

Contiene anche diversi plugin per gli slideshow, come Layerslider, Slider revolution, Elastic Slider.

Il suo pannello di gestione è veramente completo, consente il settaggio di font, colori, posizioni, dimensioni, di praticamente tutti gli elementi.

Se con Enfold devo qualche volta intervenire con i CSS, con Avada riduco molto questa attività.

Avada pannello di controllo

> Trovi qui il tema Avada

 

Divi di Elegant Themes

Un altro tema che ho utilizzato nei miei progetti è il Divi.

Divi temaHa anch’esso un builder per pagine ed articoli e consente di impostare dei bei layout di pagina. Rispetto ad Avada ed Enfold il suo builder è più elementare, ma in compenso è più leggero da utilizzare.

E’ una sorta di mezza via tra un tema di base ed uno premium come Avada ed Enfold, consente di sviluppare siti aziendali veramente carini e completi.

Anche il Divi ha un modulo per il portfolio e le pagine già ottimizzate per Woocommerce.

Elegant Themes tra l’altro offre un piano molto interessante, infatti acquistando l’accesso a 249$ , avrai accesso a tutti i loro temi e plugin, per sempre, e non è male se hai bisogno di numerosi temi, anche se il Divi da solo vale tutto l’investimento.

 

 

Spero che questo articolo ti sia utile per risparmiarti un bel po di tempo nella scelta del tema per WordPress.
Se hai domande o vuoi chiedermi ulteriori consigli, sarò ben lieta di risponderti, per cui scrivimi nei commenti.

A presto!

 

Quale tema WordPress ti consiglio (senza farti perdere tempo nella scelta)
5 (100%) 3 votes
2 commenti
  1. Federico Biora
    Federico Biora dice:

    Grazie per la bella recensione. L’ho trovata molto utile. Per tua esperienza dei tre temi premium di cui parli nell’articolo qual’è quello che appesantisce meno il sito. Grazie

    Rispondi
    • Elisa Bertoldi
      Elisa Bertoldi dice:

      Grazie a te per il commento 🙂 io prediligo senza dubbio Enfold, il giusto compromesso tra prestazioni e funzionalità. Schema comunque lo batte a livello di prestazioni in velocità.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.