Scegliere un Hosting per WordPress: la scelta migliore

Il primo passo per costruire il tuo sito Web è: scegliere un Hosting per WordPress.
Ho provato diversi Hosting durante la mia carriera, non escludo che ne proverò ancora, anche perché le offerte sono sempre varie, sempre meglio testare nuove opportunità.

La cosa migliore quando si inizia a creare un proprio sito è acquistare un dominio personalizzato, e quindi scegliere un Hosting adatto alle proprie esigenze.

Moltissimi provider ora offrono servizi di Hosting dedicato a WordPress, anche molto economici, ma da cosa deve dipendere la tua scelta?

Cosa considerare per scegliere un Hosting per WordPress

Sicuramente, per scegliere l’Hosting per WordPress, dovrai considerare quanto vuoi sviluppare il tuo business, quindi il tuo sito web.
La differenza sostanziale tra i vari Hosting consiste in quante risorse ti mettono a disposizione, e sul tipo di assistenza ti danno.

Non credere a quando leggi “Hosting illimitato”, oppure “Hosting free” nessun servizio è illimitato, specialmente se scegli un Hosting condiviso.

Ma andiamo con ordine, che cos’è l’Hosting e cosa devi considerare nella sua scelta?
L’Hosting non è altro che lo spazio su un PC (server) che ospiterà il tuo sito.
Gli hosting economici di solito si trovano su server condivisi, ciò significa che il tuo sito condividerà le risorse del PC dove è ospitato, con altri siti.
Per questo ti dico che non esiste un Hosting illimitato, semplicemente perché ancora non esistono (purtroppo) computer con risorse illimitate.

Tra i vari Hosting può cambiare comunque la configurazione del server, quante risorse ha, quanto aggiornato è, che tipo di hardware monta.
Nella scelta dell’hosting per me e per i miei clienti considero anche molto la qualità dell’assistenza che da il fornitore.
Questo perché, non essendo io un sistemista, devo poter dialogare con qualcuno in caso di problemi o rallentamenti.

Altro parametro da considerare è, ovviamente, il prezzo.
Spesso sul Web si tende a volere tutto gratis, ma se vuoi un servizio un minimo performante, meglio evitare gli “hosting free”.

Bene o male nella scelta di un Hosting, più paghi,  più hai. Dipende molto da come prevedi sarà il tuo sito.
Considera che, se col tuo sito ci vuoi lavorare, e vuoi che sia utilizzato da molte persone, dovrai considerare una spesa adeguata per l’Hosting, anche perché WordPress richiede spesso risorse adeguate, soprattutto quando vai ad installare temi WordPress preconfezionati, che spesso non sono molto ottimizzati a livello di prestazioni.

Puoi anche partire con un Hosting Low cost, per poi spostare il tuo sito su qualcosa di più performante,, meglio ancora se l’Hosting che scegli è scalabile, cioè ti consente questo cambiamento senza dover spostare i file.

In conclusione, per scegliere il miglior Hosting WordPress per te, devi considerare:

  • le risorse messe a disposizione
  • l’assistenza
  • il prezzo, cioè il budget che hai e quanto vuoi investire

Hosting Netsons

netsons_hosting_wordpressNetsons la considero una alternativa economica e con cui mi sono trovata bene.
In questo caso l’elemento che prendo in considerazione è il prezzo dell’Hosting, e il fatto che sia in italiano.

Infatti spenderai circa 40€ all’anno per l’Hosting condiviso di base.

Con l’offerta base dovrai scegliere, per avere un minimo di servizio:

  • di aggiungere il Database (ne avrai 10 inclusi)
  • il servizio backup secondo me meglio prenderlo
  • la posta

==> Leggi le offerte Hosting di Netsons

Hosting SiteGround

no siteground

Purtroppo devo rettificare in toto quello che avevo scritto riguardo all’hosting Siteground.

Infatti dopo un primo anno andato relativamente bene, senza problemi, sono iniziate ad arrivarmi segnalazioni via e-mail in cui mi si diceva che sforavo la quota CPU compresa nel piano.

Al di là del fatto che non avevo mai visto monitorato questo parametro in altro hosting, il fatto che si sfori la quota CPU determina una SOSPENSIONE del sito immediata, con pagina di siteground al posto della home page del sito.

Poi bisogna rivolgersi all’assitenza per riattivare il proprio sito, assistenza che ti consiglia, oltre a varie operazioni, di passare al piano successivo.

Io sono arrivata al piano più “prestante” il GooGeek, spendendo più o meno 300€ all’anno di Hosting, ma senza risolvere i problemi di utilizzo delle risorse messe a disposizione da Siteground.

Il mio sito principale sembrava avere continuamente problemi, dallo sforare della quota CPU, al periodico riempirsi del database non so di cosa, al che l’assistenza mi rispondeva sempre con le stesse email automatiche, ormai avevo fatto tutte le ottimizzazioni consigliate e non sapevo più che pesci pigliare.

L’assistenza mi pareva una entità distante ed impersonale, e sempre di più pensavo che il loro unico obiettivo era farmi spendere sempre di più, anche perché il sito più grosso che avevo da loro era assolutamente un sito piccolino rapportandolo ad altri nella rete.

Per questi motivi ho deciso di FUGGIRE da Siteground, e lo SCONSIGLIO vivamente.

Come ho risolto il mio problema di Hosting?

Dopo ricerche approfondite e dopo essermi consultata con colleghi e collaboratori mi è stato consigliato Marco Marcoaldi, sistemista italiano, fondatore di Dreamsnet.

Ho seguito le sue discussioni nei vari gruppi Facebook, dove viene spesso bannato (è un po’ provocatore), ma non mi sono fatta spaventare dal suo apparire un po’ spavaldo, sembrava sapere il fatto suo.

L’ho contattato su Facebook e subito mi ha dato l’impressione di grande professionalità e umanità.

Soprattutto è stato disponibile al 100% per testare il mio sito su suo hosting, con le dovute ottimizzazioni, e io mi sono sentita finalmente seguita e considerata.

Per un tipo di assistenza come la sua, vi dirò la verità, pagherei anche oro!

Marco crea dei piani personalizzati, ottimizza personalmente il sito del cliente, abituato a lavorare con grossi numeri, per lui i miei siti sono stati una passeggiata 🙂

Da questa mia esperienza in poi, non posso che consigliare lui per ospitare un sito, per la sua professionalità, per le sue competenze, e la sua disponibilità 24 ore su 24.

Questa è la pagina Facebook di Dreamsnet >> https://www.facebook.com/dreamsnet/

Dopo essere passata con lui e averlo consigliato a vari colleghi e conoscenti, si è formata attorno a lui una “fan base” di persone INSODDISFATTE di Siteground, che sono proprio fuggite da tale servizio, e non mi soprende.

Per cui OCCHIO agli hosting che vengono spesso consigliati dai web master, perché il più delle volte dipende dal fatto che hanno commissioni di affiliazione alte, e Siteground fa proprio così.

 

Ripeto, considera la scelta dell’Hosting WordPress per il tuo sito in prospettiva di crescita, in modo da non trovarti impantanato se il tuo sito avrà molte visite (come si spera) evitando blocchi del servizio.

Una volta scelto l’hosting e registrato il dominio, sei pronto per costruire il tuo sito web e scegliere quindi il tema WordPress più adatto! Buona avventura!

Scegliere un Hosting per WordPress: la scelta migliore
5 (100%) 8 votes
2 commenti
  1. MARCO MARCOALDI
    MARCO MARCOALDI dice:

    Grazie di aver raccontato la tua storia Elisa e di come sono stato utile nel risolvere i tuoi problemi di Hosting, credo che abbia detto tutto o quasi. Voglio sottolineare e condividere con i tuoi lettori la filosofia dietro ad un Hosting “Sartoriale” che può sembrare molto diverso dai soliti hosting con piani “Precotti”. Di fatto quando si parla di hosting, del mio hosting, amo sempre paragonarlo ad un abito sartoriale, piuttosto che un abito pronto moda da grande magazzino. Questo perchè effettivamente ogni sito ha una storia a se, così come le funzionalità, i plugin installati e quant’altro li renda grosso modo diversi tra loro, sia nelle funzionalità che nell’efficienza.

    Non si può pertanto dire “questo è l’abito” adesso comprate e vestitene tutti. Bisogna “prendere le misure”, capire i problemi, le necessità e solo dopo partorire un’idea che verrà implementata con la scelta dei giusti strumenti e della configurazione degli stessi. E’ facile andare da un fornitore che usa Varnish SuperCache o Siteground Cache per dirne una … ma se poi la cache cacha poco, si ha problemi di performance e velocità, se la cache invece cacha troppo si avrà il rischio di trovarsi sloggati o peggio di non portare a buon fine una vendita su un WooCommerce, o non poter commentare in un Forum.

    Questo è il motivo per cui oggi quando qualcosa non va su uno degli hosting sopra citati e bene chiedersi quale sia il grado di supporto dell’hosting che non può (e non deve) sempre ricorrere alla scorrettissima pratica commerciale di farti “scalare” verso un piano di Hosting maggiore. Ci sembra scorretto infatti entrare con un canone da 14 euro al mese, per trovarsi dopo 6 mesi a parità di traffico e visite a spendere 10 volte tanto per millantati problemi di CPU felicemente risolti con piani molto più economici presso DREAMSNET.IT che sta mettendo appunto il prossimo servizio di Hosting WordPress Ottimizzato ad alte performance wp360.it.

    La filosofia è semplice : per ogni sito valutiamo personalmente i margini di ottimizzazione e poi andiamo ad ottimizzare e risolvere problemi con estrema felicità del cliente, proprio come te Elisa 🙂

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *