Lavaggio nasale con Neti Lota la mia esperienza

Lavaggio nasale con Neti Lota: la mia esperienza

Purtroppo, un po’ per la conformazione del mio naso, un po’ per l’aria poco pulita che tutti respiriamo, mi ritrovo sempre con una narice chiusa, e sempre con muco nasale. Per questo ho deciso di provare a cimentarmi nel lavaggio nasale, o doccia nasale, con un sistema antico di millenni, lo Jala Neti, una pratica che si fa con il Neti Lota.

Ora vado a chiarirti cosa significano tutti questi termini, ed a spiegarti come faccio io a fare il lavaggio nasale.

Lo Jala Neti è una pratica yogica che consiste in una profonda purificazione del naso. Nello Yoga, il muco è un argomento trattato, tanto da far comprendere nello Yoga alcune pratiche di purificazione che agevolano le attività di pranayama (controllo del respiro) e dello Yoga stesso.

In questo articolo non mi soffermo sui benefici spirituali che comporta il corretto respiro, ma ti parlerò solamente del lavaggio nasale come buona pratica quotidiana per respirare meglio.

Jala significa acqua, e Neti naso, ed è la pratica in sé, mentre Lota è lo strumento da utilizzare, che tradizionalmente è proprio una specie di teiera in ceramica, oggi sostituita, almeno in occidente, dai Neti Lota in plastica.

La doccia nasale è una operazione molto semplice, ma seguimi bene, perchè da quello che ho visto in tanti siti internet, si salta spesso un passaggio fondamentale, che vanifica i benefici dello Jala Neti. Leggi fino in fondo questo articolo, così saprai tutto quello che c’è da fare.

Come fare i lavaggi nasali con il Neti Lota

In realtà il Neti Lota è solo uno strumento, e potresti utilizzare benissimo una teiera con beccuccio lungo, o anche una cannuccia, ma il Neti Lota, essendo fatto apposta per questo scopo, è molto più comodo.

Il Neti Lota che ho acquistato io, oltretutto, ha anche un misurino apposito per mettere la giusta quantità di sale nell’acqua, ed un livello che segna dove arrivare con l’acqua, in modo che si crei una soluzione fisiologica.

Il concetto della irrigazione nasale è di far entrare l’acqua da una narice e farla uscire dall’altra, una narice per volta, in modo da lavare proprio i seni nasali. Ma non è finita qui, perché se rimane poi dell’acqua all’interno del naso, l’effetto sarà l’opposto, e cioè ancora più naso intasato.

E’ molto importante dunque assumere la posizione corretta per fare lo Jala Neti, e proseguire poi con le tecniche di respirazione per asciugare bene l’interno del naso.

Neti Lota: come si usa

Il Neti Lota in plastica che ho acquistato io è molto semplice da usare.
Io scaldo una certa quantità d’acqua (facendo lo Jala Neti la mattina uso un po’ dell’acqua che scaldo anche per farmi il té), con il misurino inserisco nel Neti Lota la giusta quantità di sale grosso, ci verso sopra un po’ di acqua calda, e poi la allungo fino al segno con acqua fredda, in modo che la temperatura dell’acqua sia corretta, cioè la temperatura del corpo.

Se volete usare un altro strumento per provare a fare il lavaggio nasale, sappiate che la quantità di sale deve essere pari a un cucchiaino da tè per mezzo litro d’acqua.

doccia nasale neti lota

Se versando l’acqua nel naso si sente una sensazione di bruciore, significa che l’acqua non è salata al punto giusto ed è o troppo calda o troppo fredda.

La postura corretta è in piedi, con le gambe leggermente divaricate, ci si piega davanti ad un lavandino, in modo che la testa sia dritta anche se il busto è piegato in avanti.
Si appoggi il Neti Lota ad una narice, si apre la bocca per respirare dalla bocca, si inclina la testa lasciando che l’acqua dal Neti Lota entri dalla narice, e fuoriesca dall’altra.

Non si dovrebbe sentire alcun fastidio o dolore, l’acqua va lasciata fluire senza aspirare o forzare, utilizzando metà dell’acqua del Neti Lota. Se fuoriesce acqua dalla bocca, significa che la posizione non è corretta.

Si toglie quindi il Neti Lota dalla narice, si raddrizza la testa e si lascia uscire tutta l’acqua da entrambe le narici. A questo punto ci si soffia delicatamente il naso per rimuovere il muco, poi si procede con l’altra narice, facendo la stessa cosa.

neti lota lavaggio nasale

In molti siti internet la procedura finisce qui, ma c’è un altro passaggio importante, che è l’asciugatura del naso.

L’asciugatura del naso si fa chiudendo una alla volta una narice, e respirando energicamente, soprattutto in fase di esalazione. La respirazione va fatta 5-10 volte per narice

La stessa operazione va fatta piegando il busto in avanti, in orizzontale, e piegando la testa prima a destra e poi a sinistra, sempre esalando vigorosamente (ma non troppo). Di nuovo poi ci si mette in piedi diritti e si ripete la respirazione forzata.

E’ molto importante la parte di respirazione finale, per asciugare bene l’interno del naso, altrimenti le mucose nasali si irriteranno ed avremo dei sintomi molto simili al raffreddore.

Ecco un un video, purtroppo non tradotto, la dimostrazione pratica, dove si capisce bene l’importanza della respirazione finale per asciugare bene le narici, anche attraverso un’altra pratica yogica che si chiama Kapalbhati Pranayama:

Benefici della pulizia nasale

La pulizia nasale effettuata con la doccia nasale, o Jala Neti, è utile per pulire bene il naso da inquinamento e muco. Previene raffreddori ed allevia l’allergia e la sinusite.

Io la pratico da qualche mese, tutte le mattine, e trovo molto giovamento nella respirazione, le mie narici sono più libere e pulite, ho molto meno muco nasale e la narice chiusa si è pian piano aperta.

Neti Lota: dove acquistare

Io ho trovato la mia Neti Lota su Amazon. Credevo fosse una di quelle trovate occidentali che fanno una brutta copia dei veri strumenti indiani, in realtà la Neti Lota in plastica è molto pratica, contiene la giusta quantità d’acqua, ha il cucchiaio lungo per mescolare e mettere la giusta quantità di sale, si pulisce facilmente, è leggera ed ergonomica.
Il prezzo della Neti Lota che ho preso io si aggira sui 20€, io sono rimasta soddisfatta dell’acquisto, per cui dico che ne vale la pena, anche se alla fine è un recipiente di plastica con un lungo beccuccio.

Se sei più “romantico” puoi provare ad acquistare anche una vera teiera Neti Lota per il lavaggio nasale, ma credo che sarai soddisfattissimo anche del Neti Lota in plastica.

Conoscevi già questa pratica? Hai provato? Raccontami la tua esperienza nei commenti…e buona purificazione!

Lavaggio nasale con Neti Lota: la mia esperienza
5 (100%) 5 votes
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.